Virtus Este
La nostra storia

La Virtus Este, fondata nel 1954 da illustri mecenati estensi (Ghilardi, Paolone, Negrello, Mombellardo), vanta una lunga storia di attività. A quel tempo non c'erano molti sport come ora a monopolizzare l'interesse dei media ed, a spartirsi gli spazi, c'erano principalmente l'atletica, il ciclismo e il calcio. Per molte persone, fare atletica, era anche un modo per guadagnare qualche lira in un periodo in cui erano ancora aperte le ferite della guerra e forti i segni della povertà.
In pochi anni la Virtus Este raggiunse gli apici nelle classifiche italiane .I risultati del periodo migliore parlano da soli: dal 1953 al 1967 la squadra riuscì a raccogliere 15654 atleti-gara, 2 olimpionici , 41 presenze in nazionale, 15 campioni italiani assoluti e di categoria, 3 campioni italiani universitari, 67 campioni regionali assoluti e di categoria, 85 fra trofei, coppe, targhe in manifestazioni nazionali e regionali e numerosissimi piazzamenti prestigiosi.
Dal 1967 al 1972 la Società entra in stretta collaborazione con il C.U.S. Padova. Solo il settore assoluto però ne fa parte mentre il settore giovanile resta Virtus Este.
Negli anni 70 , l'attività della Società continuì ad essere contrassegnata da risultati, minori, forse, rispetto al periodo precedente , ma pur sempre ottimi nel contesto regionale e nazionale.
Alla fine degli anni 80 , oltre alla consueta attività , venne avviata anche l'attività Amatori-master; una novità nel mondo dell'atletica dovuta al regolamento F.I.D.A.L. che poneva il limite di età in 35 anni per essere tesserato nella categoria assoluta e , obbligava le società a costituire il nuovo settore A/M , dando così modo a moltissimi atleti di continuare l'attività sportiva agonistica . L'artefice di questa svolta è stato Giorgio Dotto, velocista negli anni 70 proveniente dalle Fiamme Oro PD in grado di correre i 100 m in 10"4.
Dopo la prima fase di avviamento, l'attività master è ora diventata molto importante ed i risultati non si sono fatti attendere. Eccezionali sono le staffette 4X100 della Virtus Este composte tutte da ex velocisti di qualità. In questi anni la società si è quasi sempre qualificata per le finali nazionali dei Campionati di Società Master.

Torna all'indice...




Anni sessanta

UN MAGNIFICO EXPLOIT IN CAMPO NAZIONALE

Fonte: Il Gazzettino, 24.06.1961

Saranno festeggiati a Este gli atleti juniores della Virtus
La conquista dello scudetto tricolore, motivo di giustificato orgoglio per il sodalizio atestino, deve essere un incentivo per nuove significative affermazioni Domenica 2 luglio avrà luogo a Este la consegna ufficiale dello scudetto tricolore che atleti juniores hanno conquistato nei giorni scorsi a Parma. I festeggiamenti saranno pubblici ed ai bravi giovani verrà consegnata in presenza delle autorità e della cittadinanza una medaglia d'oro. Il successo di Parma può essere considerato, fino a questo momento, la più grossa affermazione in campo nazionale della società estense. Dal suo arrivo a Este alla fine del 1957 in meno di 4 anni di attività, il prof. Paolone, con a fianco l'infaticabile prof. Ghilardi e sotto il patrocinio del geom. Negrello, presidente della Virtus, ha portato a Este il primo scudetto Tricolore seppur per la categoria juniores che può essere considerato il campionato delle società provinciali. Ben 104 erano i sodalizi rappresentati alla finale nella città emiliana, e questo dimostra come la vittoria dei virtussini non sia frutto di circostanze favorevoli o di mancanza di avversari di valore, poiché erano presenti le più valide società italiane, come Assi Giglio Rosso di Firenze, Gallaratese, Centrale Roma e molte altre che vantano antichissime tradizioni in campo atletico. Da questo breve esame appare evidente come la vittoria degli estensi non poteva essere più meritata; ora però il prof. Paolone dovrà gettare le basi per sostituire gli atleti che quest'anno hanno trionfato, poiché essi appartengono per la maggior parte alla classe 1942 e con la prossima stagione passeranno di categoria. Dall'anno prossimo sarà tuttavia rinforzata l'ossatura della squadra con il maturare di tutte le giovani promesse, che tanto onore hanno fatto al nome di Padova sportiva.

Torna all'indice...


Anni settanta-ottanta

Dopo gli anni sessanta, in cui la Società ed i suoi atleti hanno raggiunto risultati eccellenti, il decennio successivo è stato caratterizzato da alcuni cambiamenti nell'assetto della Società, innanzitutto con la fusione della Virtus Este con il CUS Padova settore assoluto , mentre il settore giovanile rimaneva Virtus Este. Dopo alcuni anni però la Società è stata riunita, grazie al Prof. Piero Ghilardi, e sotto la presidenza di Silvio Pillon. La Virtus Este quindi torna ad essere protagonista con molti atleti che gareggiano a livello regionale e nazionale.

Atleti e allenatori e presidente, Silvio Pillon, della Virtus Este in una foto degli anni '70. Alcuni degli atleti nella foto fanno ancora parte della Virtus Este, gareggiando nelle categorie Master.

Verso la fine degli anni 70 e l'inizio degli anni 80, dopo un'ulteriore breve fusione con il CUS Padova, il prof. Giorgio Dotto , coinvolgendo nuovi dirigenti , ha fatto rinascere la Società con il nome "Virtus Este Edil-Pan " sotto la presidenza di Ugo Persegato che ha guidato per tre anni una squadra che ha ottenuto risultati invidiabili ed ha prodotto anche atleti per le nazionali giovanili. Negli anni successivi , la Cassa Rurale di Sant'Elena ha contribuito a garantire l'attività, sponsorizzandoci e ha collaborato all'organizzazione di prestigiose manifestazioni Regionali di Cross ,presso il parco della Villa Miari de Cumani , quali le Finali Regionali Studenteschi, finali regionali dei C.D.S. F.I.D.A.L. e manifestazioni Provinciali fino al 1994.

Foto degli atleti Virtus Este partecipanti ai campionati italiani Libertas, Boario Terme, anno 1979

Torna all'indice...